Pages Navigation Menu

Associazione Culturale

Dove Siamo

L’associazione Culturale Il Sogno è Sempr Onlus ha sede nel comune di San Felice a Cancello; comune che assieme a quelli di Arienzo, Cervino e Santa Maria a Vico costituiscono la Valle di Suessola.

La Valle di Suessola è all’incirca triangolare: il suo lato occidentale si apre sulla pianura Campana e gli altri due lati sono segnati da due catene montuose, M.Vorrano a sud e M.Traiano a nord, che si accostano nella stretta di Arpaia, le antiche Forche Caudine.

San Felice a Cancello

Centro agricolo ed industriale all’estremità orientale della Terra di Lavoro, che in questa zona sale verso le Forche Caudine. Talanico sorge in posizione più elevata, sulle pendici del monte Sant’Angelo (676 m). Sulle pendici meridionali di questo sorge Polvica, su quelle occidentali Cancello, importante nodo ferroviario. Le frazioni di San Marco e Botteghino sono nella pianura.

Cenni Storici.Abitato in epoca remota, come testimoniano i resti di un tempio osco-sannitico sul monte Sant’Angelo edificato forse dai Suessolani, conserva anche numerose tracce di una presenza romana. Conquistato dai Conti Longobardi di Capua nel sec IX, fu casale di Arienzo e ne seguì le sorti. Dal 1928 al 1946 ha costituito, con Arienzo, il comune di Arienzo-San Felice.

Cenni Artistici. L’abitato ha vari edifici del ‘700, generalmente di semplice concezione, fra cui alcune chiese e chiesette, come quelle di S.Agnese e di S.Giovanni e la parrocchiale di S.Felice. Quest’ultima presenta un vivace prospetto a due ordini (con il superiore raccordato da mosse volute e a coronamento mistilineo) e al centro della copertura una cupola (con lanterna) a embrici policromi. Nell’interno, a tre navate, sono pregievoli altari barocchi coevi, fra cui il maggiore, marmoreo e di fine fattura a F.SanFelice, una statua lignea quattro-cinquecentesca della Madonna col Bambino e una statua seicentesca dell’Immacolata. Un altare Maggiore, di epoca e gusto analoghi a quello della parrocchiale è nella chiesa di S.Giovanni, edificio fondato nel sec. XII ma rifatto nel XVIII.  Sul monte Sant’Angelo sono il medievale santuario di S.Angelo a Palombara, in parte di forme gotiche e con resti di affreschi coevi e posteriori, e proprio sulla vetta, i resti di un tempo osco-sannitico del sec. V a.C.

Come raggingerci

San Felice a Cancello grazie alla sua posizione geografica è ottimamente collegato con i capoluoghi di provincia campani e vista la presenza di strutture ferroviarie, autostradali ed aeroportuali facilmente raggiungibile da qualsiasi parte della penisola.

In Auto: Per chi proviene dal nord, autostrada A1 Roma-Napoli uscita di Caserta Sud, seguire la direzione per Benevento e poi per San Felice a Cancello. Dal Sud o da Napoli, uscita autostradale di Nola, seguire la direzione per Pomigliano e continuare per San Felice a Cancello.

In Treno: Il comune di San felice a Cancello gode della presenza di due stazioni ferroviarie; quella di S.Felice e quella di Cancello. In particolare la stazione di Cancello è ottimamente collegata con Napoli, Salerno e Caserta con treni che hanno frequenza inferiore ai 30 minuti.

In Aereo: San Felice a Cancello è a solo 20 minuti dall’aeroporto di Capodichino (NA).